Ferragosto

14/08/2007 § 54 commenti

Qui a Heidelberg domani è un giorno come un altro. Niente gite al mare (tanto non c’è), niente frittura di pesce, niente cocomero. Noi resistiamo fino a sera, perché dobbiamo lavorare, ma alle otto una bella cena al Cavallo d’oro non ce la toglie nessuno.

Fuori due!

03/08/2007 § 4 commenti

Negli ultimi giorni gli effetti collaterali avevano cominciato a farsi sentire. A quanto pare, l’Irinotecan si concentra tutto sull’intestino, cosa non proprio gradevole. Ora, grandi bevute di tè e acqua minerale per smaltire la sbornia chimica. Salute!

Il secondo ciclo

28/07/2007 § 3 commenti

Due giorni di pausa: terminato il Temozolomide, la chemio riparte lunedì con l’Irinotecan. A parte un po’ di stanchezza e di inappetenza, sto bene. Riesco persino a lavorare tre o quattro ore al giorno. I capelli si diradano e la barba cresce più lentamente. Ma questo è il minimo. Mi piace pensare che Giacomo stia prendendo un bel po’ di botte.

Elisir

27/07/2007 § Lascia un commento

Berlusconi finanzia il San Raffaele di Don Verzè perché convinto che la ricerca sulle cellule staminali lo farà campare fino a cent’anni. Ma non ci ha detto quanti embrioni è disposto a sacrificare.

Ulrich Mühe, 1953-2007

25/07/2007 § 2 commenti

müheL’attore tedesco Ulrich Mühe, protagonista del film Le vite degli altri, è morto domenica, all’apice della carriera. Era malato di cancro allo stomaco. Fa un certo effetto sapere che la diagnosi gli sia stata comunicata proprio nei giorni in cui Le vite degli altri veniva premiato a Hollywood come migliore film straniero.

Omaggio a Domenico Scarlatti

21/07/2007 § 1 Commento

Morto a Madrid il 23 luglio 1757.  Affidiamo la commemorazione a una giovane Martha Argerich.

La vacanza sta per terminare

19/07/2007 § 4 commenti

Lunedì comincia il secondo ciclo di chemio: Irinotecan per via endovenosa e Temozolomide per via orale. Lo faccio in day hospital, sarà un po’ come andare in ufficio part-time. Ho avuto la malaugurata idea di rileggere gli studi che accreditano la presunta efficacia di questi farmaci per i casi di recidiva nel sarcoma di Ewing.  Dico malaugurata perché finisco sempre per dare un’occhiata alle statistiche, che applicate al mio caso sono un processo per direttissima dall’esito scontato. Intanto, Die Zeit ha pubblicato il secondo speciale.